0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0 > Sito di Fabrizio Bottini
0
Città, urbanistica, ambiente, società

( 21.05.2010 03:51 )    
Posner, Michael
Dal canadeseThe Globe and Mail, 19 maggio 2010, un altro contributo sulle moltissime ragioni di una attività apparentemente marginale in crescita, preziosa per l’ambiente e la qualità della vita
0
in > Ambiente

( 21.05.2010 01:59 )    
Mangiarotti, Alessandra
Il commento all’articolo sta già nel titolo: isole erano e isole restano, in un mare di territorio abbandonato all’incuria automobilistica. Il Corriere della Sera, 20 maggio 2010
0
in > Città > Spazi centrali

( 18.05.2010 16:06 )    
Owen, James
Come i primi effetti positivi dei programmi di bonifica ambientale stiano trasformando in modo profondo non solo la qualità della vita, ma anche le abitudini quotidiane delle città.National Geographic, 17 maggio 2010
0
in > Ambiente

L’edizione locale de la Repubblica, 18 maggio 2010, riassume il percorso della cosiddetta riqualificazione commerciale della cosiddetta Chinatown. E l’obiettivo inconfessato dei privatizzatori vagamente fascistoidi si intuisce
0
in > Città > Spazi del consumo

( 17.05.2010 10:51 )    
Willinger, Faith
Dal numero di maggio dell’americano The Atlantic, una splendida interpretazione di ricetta napoletana: munnezzaglia ai legumi, ideale con le primizie di stagione
0
in > Società

( 17.05.2010 10:06 )    
Cardwell, Diane
Evocazioni poetiche a parte, fare agricoltura urbana è anche un problema tecnico non da poco, e certo non bisogna considerare “laccioli” burocratici i regolamenti edilizi. The New York Times, 16 maggio 2010
0
in > Ambiente

( 16.05.2010 21:40 )    
Jopson, Debra; Tovet, Josephine
Dall’australiano Sydney Morning Herald, 17 maggio 2010, la proposta di elaborare nuove leggi in grado di tutelare le periferie a bassa densità dall’inutile desertificazione agricola, proteggendo alcuni spazi e risorse
0
in > Città > Spazi della dispersione

( 16.05.2010 19:17 )    
Frongia, Stefania
Il paradigma dei dilemmi sociali come possibile chiave di lettura della dispersione urbana, ovvero è possibile superare la prospettiva individualista di soluzione dei problemi, verso la cooperazione?
0
in > Città > Spazi della dispersione

( 16.05.2010 19:03 )    
Sebaste, Beppe
Da l’Unità, 16 maggio 2010, una rassegna delle menzogne e delle bassezze con cui l’attuale ceto politico in cerca di consensi sulla base delle paure istintive cavalca il disagio sociale
0
in > Città > Spazi centrali

( 16.05.2010 13:08 )    
Laker, Laura
Oltre tutti gli automatismi quotidiani che spesso ci impediscono, al di là delle convinzioni apparentemente più solide, di tradurle davvero in abitudini concrete. Alcune "scoperte" da The Ecologist, maggio 2010
0
in > Città > Spazi del consumo

( 16.05.2010 09:41 )    
Bucci, Stefano
Pare proprio che da noi in Italia le polemiche sul pasticcio privatistico che sta devastando il ruolo dei nodi di trasporto finiscano nel vicolo cieco della tutela monumentale. Va bene: ma c’è molto altro. Il Corriere della Sera, 16 maggio 2010
0
in > Città > Spazi del consumo

( 14.05.2010 19:57 )    
Barret, Joe
Ormai rarissimi nel Lago Michigan, i pesci persici abbondano invece in una ex fabbrica di Milwaukee recuperata ad attività agricole urbane e itticoltura, ancora nella scia di Growing Power. The Wall Street Journal, 14 maggio 2010
0
in > Ambiente

( 14.05.2010 16:49 )    
Zappino, Federico
In fondo il danno peggiore lo fa chi auspica un ritorno alla città tradizionale, senza comprendere che l’attuale crisi socio-spaziale avrebbe in tal modo una soluzione reazionaria. Una riflessione sulle altre strade possibili
0
in > Città > Spazi della dispersione

( 14.05.2010 12:07 )    
Rotondo, Roberto
In linea di massima pare una specie di caricatura dell’urbanistica trasparente e partecipata, ma non è detto che non serva a qualcosa, coinvolgere sistematicamente bambini e adulti. Il Corriere della Sera, 14 maggio 2010
0
in > Urbanistica > L'Urbanista

( 14.05.2010 09:23 )    
Friedersdorf, Conor
Come ripeteva fino alla nausea Jane Jacobs, se gli spazi non sono fatti per essere usati, allora non li userà nessuno. I risultati di certa progettazione sono quindi ovvi. Una bella cronaca quotidiana da The Atlantic, 13 maggio 2010
0
in > Città > Spazi della dispersione

<< Precedente  | 26-35  | 36-45  | 46  | < 47 >  | 48  | 49  | 50  | 51-60  | 61-70  | 71-80  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg