0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Città > Spazi del consumo
0
Le attività commerciali, di servizio, per il tempo libero, occupano e definiscono spazi sempre più vasti e connotati in modo originale. Parti di città e soprattutto di territorio suburbano si organizzano attorno alle varie funzioni di consumo, articolate e specializzate, che diventano i nuovi fulcri dell'immaginario e della vita sociale. Questa cartella di MALL vuole proporre un punto di vista aperto sui loro problemi e potenzialità, proseguendo il percorso iniziato su Eddyburg nella sezione Territorio del Commercio


Bottini, Fabrizio (23.07.2012)
Complice la crisi economica, ma non solo, appare ormai chiarissima la tendenza dei formati della grande distribuzione a migrare verso lo spazio denso della città. Il che richiede qualche adattamento della classica grossa scatola con un più grosso parcheggio attorno. Ma lo stanno facendo, il compito a casa, tutti gli interessati?
0


deMause, Neil (06.07.2012)
Il millennio era iniziato in pompa magna per la leggendaria striscia di spiaggia oceanica capitale mondiale delle giostre, con una variante urbanistica e un piano strategico di rilancio. Poi è arrivata la bolla edilizia, e la recessione …. The Brooklyn Bureau, 2 luglio 2012
0


DeBoer, Saco Rienk (14.05.2012)
Da un lavoro di stampo manualistico scritto in epoca New Deal, alcune interessanti considerazioni (e col senno di poi pie illusioni) su un possibile nuovo equilibrio fra distribuzione commerciale, città e territorio, prima dell’esplosione suburbana del dopoguerra
0


Bottini, Fabrizio (03.05.2012)
Spesso parlando di politiche urbane si evocano in chi ascolta immagini di ridicolo dirigismo sovietico, o d’altra parte di fumose e opache alleanze pubblico-privato che escludono la maggioranza di cittadini e operatori. Non deve per forza essere così
0


Bottini, Fabrizio (27.12.2011)
A dieci anni dalla realizzazione a Serravalle Scrivia del primo esemplare di outlet village, emerge evidente la funzione ideologica e fuorviante di questi giocattolini, che sono serviti solo a spalancare nuove frontiere all’urbanizzazione dispersa
0


Bottini, Fabrizio (20.12.2011)
Così come accade per tanti altri aspetti della vita nazionale, anche l’appiattimento commerciale dei nostri grandi centri avviene nel caos e tra inutili e confusi slogan: si può ragionare decentemente di riqualificazione urbana anche oltre le prospettive particolari?
0


Timmons, Heather (25.11.2011)
Qualche riflessione di americani che si pongono un problema di contesto, a differenza delle loro prepotenti e un po’ ottuse grandi catene big-box, capaci solo di fotocopiare il proprio modus operanti in eterno. The New York Times, 25 novembre 2011
0


Bottini, Fabrizio (14.11.2011)
Un quartiere, un centro commerciale piazzato nel bel mezzo di uno svincolo. Come arrivarci? Facile: facendo pagare al contribuente un’opera pubblica demenziale. Che in quanto tale attira anche la criminalità, pareva quasi ovvio
0


Bottini, Fabrizio (07.11.2011)
Se c’era qualche dubbio sulla natura profondamente privata degli spazi della grande distribuzione moderna, basta un piccolo episodio in un gelido reazionario buco a confermare la triste realtà
0


Bottini, Fabrizio (01.10.2011)
Forse anche i paladini della piccola bottega a gestione locale, della spesa tradizionale, del ritorno a indefinite ma sane abitudini, dicono qualche sciocchezza. Però hanno ragione da vendere nel metodo: guardare, valutare, dedurre, poi immettere in rete, che è molto meglio
0


Bottini, Fabrizio (13.09.2011)
13 settembre 2011, a Londra si inaugura il grande centro commerciale che farà da porta alle Olimpiadi del prossimo anno. Entusiasmi per la riqualificazione urbana, i posti di lavoro, le nuove prospettive per l’intero settore metropolitano. Ma va proprio tutto così bene?
0


Whyte, William Hollingsworth (08.09.2011)
In un estratto dal poco noto City: rediscovering the center, tutte le assurdità e i danni che certi modelli di insediamento suburbano inducono quando vengono riprodotti nell’ambiente ricco e denso della città, e addirittura accolti come la manna da amministrazioni a dir poco ingenue
0


Bottini, Fabrizio (27.08.2011)
Sulla sostenibilità non si tira indietro nessuno, figuriamoci sulla complessità, la responsabilità sociale e tantissime altre cose. Ma se poi andiamo a guardare, in realtà le strategie commerciali urbane appaiono davvero contraddittorie quanto a sponsor politici
0


Fatarella, Stefano (26.08.2011)
Una corrispondenza illustrata da uno dei nuovi "Lifestyle Centers" americani dove si cerca di superare la logica monofunzionale commerciale e assomigliare un po' di più a una parte di città, con postilla
0


Bottini, Fabrizio (06.07.2011)
Anche senza scivolare nei soliti schematismi e moralismi, del Davide di prossimità contro il Golia globalizzato e via dicendo, è pur vero che c’è della pura perversione negli attuali squilibrati rapporti fra spazio urbano e distribuzione commerciale
0


Bottini, Fabrizio (20.06.2011)
Spesso gli scontri sul futuro della città non tengono affatto conto delle sue enormi capacità di adattamento e riorganizzazione, confermate da qualche migliaio di anni di successi strepitosi in ogni campo di attività
0


Bottini, Fabrizio (26.05.2011)
Si parla tanto spesso di rivitalizzazione, di infondere nuova vivacità e attività dentro gli spazi urbani, senza mai chiedersi davvero da un lato se in generale tutta questa vita poi serva a qualcosa, e soprattutto: qualcuno la vuole davvero?
0


Bottini, Fabrizio (18.05.2011)
La composizione funzionale degli spazi urbani, nonostante la retorica di progetti progettisti e promotori, tende ormai da molti anni a restare un mistero insoluto, anche considerando che quando se ne pensa una non è detto che poi corrisponda davvero all’uso
0


Bottini, Fabrizio (06.05.2011)
Le discussioni sui negozi aperti nella giornata del Primo Maggio confermano quanto poco si considera il ruolo complessivo dell’attività e degli spazi commerciali nella nostra vita quotidiana, e quanto sia importante invece comprenderlo e metabolizzarlo
0


Bottini, Fabrizio (24.03.2011)
Anche se non si parla sempre e comunque di un mondo fatto di parcheggi, carrelli, offerte speciali e code chilometriche per fare shopping, in quello stiamo immersi tutti i giorni. È il destino, o magari ci si può fare qualcosa: una rassegna di aggiornamenti
0

<< Precedente  | 1  | < 2 >  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11-20  | 21-30  | 31-34  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg