0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Urbanistica > L'Urbanista
0
Ci sono molti modi, punti di vista, strategie e competenze per studiare e pianificare territorio. I testi raccolti qui ne vogliono evidenziare le differenze e analogie.


Bottini, Fabrizio (08.09.2013)
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
0


Bottini, Fabrizio (11.07.2013)
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione?
0


Hetherington, Peter (03.07.2013)
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.)
0


Lohr, Steve (26.02.2013)
Democrazia locale è prendere decisioni informate, dove sia chiaro il confine fra scelta politica e obiettivi di pura amministrazione. Oggi le tecnologie consentono trasparenza e verificabilità, ma bisogna costruire un metodo. Un progetto di ricerca dal New York Times, 23 febbraio 2013
0


Bottini, Fabrizio (04.02.2013)
Un critico di architettura una decina d'anni fa paragonava l'attacco alle torri gemelle a una strategia di trasformazione urbana con strumenti militari, come quella di Haussmann. Adesso un bell'articolo di Richard Florida ribalta la prospettiva, in modo realistico
0


Fecht, Sarah (09.12.2012)
Per aumentare di efficacia le discipline urbane devono procedere ad una sistematica verifica dei propri assunti e conclusioni: sarà vero? Il problema in realtà di pone da decenni, e non pare proprio in via di soluzione, ma ogni tanto rispunta.Scientific American, 7 dicembre 2012
0


Bottini, Fabrizio (06.12.2012)
I modi di dire sono ambigui. Smart City non sfugge al rischio, ma la cosa importante in questo caso come in altri è badare al metodo di giudizio: non basta qualche gingillo tecnologico, a fare una città intelligente
0


Blakely, Edward J. (13.11.2012)
Le cronache di questi giorni di eventi disastrosi devono ricordare a tutti che chi si occupa di territorio ha una responsabilità sociale importante: da questa consapevolezza può dipendere davvero il futuro. Planetizen, 5 novembre 2012
0


Bottini, Fabrizio (18.10.2012)
La questione ambientale con l’urbanizzazione del mondo si sposta via via da un’idea centrata sulla tutela di ciò che è naturale e lo deve restare, a un modello di metropoli essa stessa parte dell’ambiente, e non più escrescenza tumorale nociva da arginare. Le conclusioni del vertice di Hyderabad sulla biodiversità urbana
0


Bottini, Fabrizio (12.10.2012)
Tutti sappiamo da sempre che l’aggettivo “urbano” si presta a una infinità di declinazioni e interpretazioni, a significare tutto e il contrario di tutto, a seconda del contesto, di chi lo usa, degli obiettivi specifici. Accade però che venga usato anche serissimamente dagli scienziati, e qui ahimè succedono gli svarioni peggiori
0


Campbell-Dollaghan, Kelsey (10.10.2012)
Come sempre accaduto nella storia, le nuove tecnologie rischiano di far perdere il lavoro ai cosiddetti specialisti, ma solo quando si tratta di mediocri personaggi tutti presi a vivere di rendita, e troppo rigidi (o stupidi?) per adattarsi al mondo che cambia. FastCompany, ottobre 2012
0


Henderson, Kate (27.07.2012)
Una riflessione della segretaria Town and Country Planning Association, sulla necessità e opportunità di recuperare la radice originaria delle politiche urbane moderne: in fondo non è altro che mettere al centro il cittadino e la sostenibilità. The Guardian, 26 luglio 2012
0


Marin, Alessandra (13.07.2012)
Una gentile recensione al mio ultimo libro sull'evoluzione dell'idea di città e di urbanista dal XIX secolo all'altro ieri, ne coglie alcuni aspetti significativi legati alla contemporaneità. Da Il Giornale dell'Architettura, luglio 2012
0


Unwin, Raymond (09.02.2012)
Da uno dei riconosciuti pionieri della scienza del territorio contemporanea, ideatore delle forme originarie della città giardino, qualche considerazione per nulla banale sul ruolo dell’intuizione artistica dell’architetto-urbanista nell’affrontare la complessità. City Planning, luglio 1925
0


Bottini, Fabrizio (09.01.2012)
Una recente polemica – ancora in corso – sulla stampa milanese, fra un gruppo di progettisti e il sindaco, rilancia il tema della qualità urbana: c’è chi si ritiene in grado di interpretarla meglio di altri? Pare di si, ma di sicuro è un problema aperto
0


Bottini, Fabrizio (13.12.2011)
Basta fare due conti, leggere le tendenze socioeconomiche, compararle alle decisioni politiche già assunte e consolidate, e dal cappello salta fuori il coniglio: è il mercato a chiedere più città. E però come ben sappiamo a molti la legge della domanda e dell’offerta dà parecchio fastidio
0


Bottini, Fabrizio (02.12.2011)
L’urbanistica è politica, esprime i valori profondi di una società, e così è anche sintomo di sommovimenti: la riforma britannica e il trionfo di certa economia, che considera evidentemente anche la vita come indebito ostacolo al luminoso progresso … di cosa?
0


(04.11.2011)
Certe volte pare proprio che quel famigerato meccanismo dell’1% contro il rimanente 99% valga anche per l’immaginario delle decisioni sul nostro spazio quotidiano. Perché qualcuno deve avere per forza più voce di altri? Qualche riflessione
0


Bottini, Fabrizio (13.05.2011)
Non è vero che è oro tutto ciò che luccica, e neppure che la tecnologia moderna risolverà qualunque problema. Però non è vero nemmeno il contrario: insomma fra grattacieli, lampioni, parchi e orti urbani, le vacche – come si suol dire - sono di varie sfumature, da distinguere
0


Bottini, Fabrizio (08.04.2011)
È vero che la rappresentanza politica e amministrativa è ben lontana dall’essere perfetta. È vero che le decisioni tecniche sulle trasformazioni urbane spesso non sono equilibrate. Ma è proprio vero che i residenti hanno sempre ragione su tutto? Il dubbio è lecito
0

  | < 1 >  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg