0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Città > Spazi centrali
0
Il centro, luogo un tempo emblematico dell'interesse per la città, è ora oggetto di riflessioni sul riuso, il recupero, la rivitalizzazione, lo "infill development". Questa sezione propone articoli su questi temi, a dimensione urbana e metropolitana


Bloomfield, Ruth (02.04.2010)
Anche per la cultura britannica tradizionalmente orientata al modello suburbano, aumenta il fascino di ambienti urbani stimolanti, comodi, e in fondo gradevoli se ben concepiti. Dalle pagine immobiliari del londinese The Times, 2 aprile 2010
0


(01.04.2010)
Dal sito web della Banca Mondiale, 31 marzo 2010, una descrizione del sistema TransMilenio, finanziato dall’ente e adottato nel paese sudamericano a fini ambientali, sociali, di efficienza delle proprie città e territori
0


Mody, Jaydeep (27.03.2010)
Il fenomeno dell’urbanizzazione recente visto da un paese in piena rivoluzione come l’India: ma la mega-città serve davvero alla crescita economica, o impedisce qualunque tipo di sviluppo ragionevole? Un dibattito aperto sul Wall Street Journal, 26 marzo 2010
0


Gallione, Alessia (25.03.2010)
Meglio di un calcio nel sedere, come si dice, ma siamo ancora alle sole promesse/progetti, e su dimensioni a ben vedere ridicole rispetto alla città, che indicano strategie inesistenti. La Repubblica ed. Milano, 25 marzo 2010
0


Gallagher, John (22.03.2010)
L’annata del 2010 per le attività di coltivazione nei lotti liberi dell’ex città dei motori potrebbe rivelarsi un momento di svolta: economica, sociale, ma anche la fine dell’epoca pionieristica. Detroit Free Press, 21 marzo 2010
0


Hill, Dave (13.03.2010)
Come in una grande metropoli internazionale le parole non bastino, per ribaltare un sistema di mobilità determinato dagli interessi automobilistici. Guai e contraddizioni del sindaco di Londra da The Guardian, 12 marzo 2010
0


Moore, Rowan (28.02.2010)
Un progetto innovativo quanto di "basso profilo" per rilanciare una periferia sempre più in crisi urbanistica e socioeconomica, amplificata dal modello su cui è stata edificata. The Observer, 28 febbraio 2010
0


Slackman, Michael (24.02.2010)
Ancora esperienze urbanistiche interessanti in Medio Oriente, lontane diversi anni luce dal cosiddetto modello Dubai. Che forse – e per fortuna - non è neppure un modello. The New York Times, 24 febbraio 2010
0


Buckley, Cara (22.02.2010)
Un sindaco repubblicano e finanziere, ma intelligente, capisce che la città non può vivere se perde la sua articolazione per classi sociali e di reddito, oltre a non scialacquare investimenti pubblici. The New York Times, 21 febbraio 2010
0


Ginori, Anais (21.02.2010)
Un processo serio di riqualificazione urbana, anche con la presenza del movimento “transition town”, e senza archistar. Ma la gentrification non perdona. La Repubblica, 21 febbraio 2010
0


Langdon, Philip (20.02.2010)
Forse Dubai con la sue febbre edilizia e le vertigini high-tech un po’ fini a sé stesse non è l’unico modello di sviluppo urbano delle regione. E per fortuna. Qualche nota interessante per quanto interessata daNew Urban News, gennaio-febbraio 2010
0


Bloomfield, Ruth (19.02.2010)
Anche nelle città britanniche grazie alle nuove riqualificazioni urbane inizia l’inedito flusso di coppie non più giovani e senza figli dal suburbio di villette verso le aree centrali più servite. Redazionale un po’ pubblicitario dal londinese The Times, 19 febbraio 2010
0


Coyle, Colin (14.02.2010)
Magari a Milano pensano alle autostrade urbane, ma nel resto del mondo la discussione sul muoversi in città occupa registri molto diversi. Anche con qualche sana contraddizione, da The Sunday Times, 14 febbraio 2010
0


Johnson, Kirk (08.02.2010)
Dopo la riqualificazione urbana a contenuto commerciale, forse non poteva mancare quella religiosa, del resto già vista di recente col Giubileo. Il caso emblematico di Salt Lake City raccontato da The New York Times, 7 febbraio 2010
0


Law, Cally (07.02.2010)
Nuove professionalità: il dentista urbano, che si occupa di infill development, colmare i vuoti lasciati dalla carie dell’incuria urbanistica. La città (e i cittadini) sorridono, pagando. The Sunday Times, 7 febbraio 2010
0


Cerabolini, Valeria (27.01.2010)
Indipendentemente dal merito specifico delle proposte, un approccio corretto, non solo fisico, e anche comunicativo, alla riqualificazione urbana. La Repubblica ed. Milano, 27 gennaio 2010
0


Sullivan, Karen (25.01.2010)
Fra gli investimenti immobiliari che non si fanno spaventare dalla crisi ci sono anche quelli organizzati attorno alle fermate del trasporto pubblico, ed è un bel segnale. The Charlotte Observer, 25 gennaio 2010
0


D'Alessandro, Jaime (20.01.2010)
Las Vegas, ex miraggio (o ancora miraggio, chissà) dell’immaginario urbano del Novecento, pare continuare imperterrita a riprodurre il proprio modello sprecone. Durerà? La Repubblica, 20 gennaio 2010
0


Widner, Cindy (08.01.2010)
Come lasciar fare esclusivamente al mercato rischi di trasformare i pur potenzialmente virtuosi processi di riqualificazione urbana in disastri sociali. Recensione del nuovo libro di Sharon Zukin, Oxford University Press, 2010. The Austin Chronicle, 8 gennaio 2010
0


(03.01.2010)
Dopo sei anni di lavori e con cifre dei vari record ancora in parte segrete, si inaugura lunedì l’edificio simbolo dell’Emirato, nel bel mezzo della recessione.The New York Times, 3 gennaio 2010
0

<< Precedente  | 1  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  | < 7 >  | 8  | 9  | 10  | 11-19  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg