0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Città > Spazi centrali
0
Il centro, luogo un tempo emblematico dell'interesse per la città, è ora oggetto di riflessioni sul riuso, il recupero, la rivitalizzazione, lo "infill development". Questa sezione propone articoli su questi temi, a dimensione urbana e metropolitana


El Nasser, Haya (17.07.2009)
Come già notato da molti, e ora anche – con una curiosa tesi “etnica” - dal popolarissimo e diffuso USA Today, 16 luglio 2009, il mitico “mercato” pare averne decisamente abbastanza di villette, giardini con lo steccato da verniciare e tutto il resto
0


Gaudio, Greg (09.07.2009)
Le solite lodi, un po' naif, a un intervento di densificazione locale e composizione funzionale di tipo urbano, attorno a una fermata del trasporto pubblico. The Washington Post, 9 luglio 2009
0


Barlow, Toby (05.07.2009)
Le “rovine” citate nel titolo non sono romane, medievali, o dopo un bombardamento, ma il risultato di città per decenni devastate dalle auto e dai loro profeti. Vaga tristezza da The New York Times, 4 luglio 2009
0


Shulman, Robin (03.07.2009)
Se fino a poco tempo fa un intervento spaziale, sociale ed economico sulle aree urbane significava operare sui quartieri centrali degradati, ora si deve guardare sino alle fasce metropolitane più esterne. The Washington Post, 3 luglio 2009
0


Piccardo, Emanuele (24.06.2009)
Anche questa sarà legittimamente “cultura delle città”, ma per essere proprio onesti io non la capisco. Sarò un pochino ottuso, qualcuno magari poi mi spiega. Il manifesto, 24 giugno 2009
0


Stamp, Gavin (21.06.2009)
Ancora sulla nota polemica fra Richard Rogers e il Principe di Galles a proposito del diritto di ripensare e trasformare la città moderna in una democrazia. Qualche nota critica sulla figura dell’architetto “democratico" dal londinese The Sunday Times, 21 giugno 2009
0


Minton, Anna (18.06.2009)
Il vizio del rinnovo urbano con effetti devastanti persiste, insieme ai meccanismi di potere che lo sostengono. Anticipazioni da un libro di imminente pubblicazione della studiosa britannica. The Guardian, 17 giugno 2009
0


Booth, Robert (16.06.2009)
Scontro fra titani a proposito della recente ultima polemica fra modernisti e tradizionalisti sul progetto londinese Chelsea Barracks: come ci si rapporta con la città antica? Gli strali dell’architetto da The Guardian, 15 giugno 2009
0


D'Agnolo Vallan, Giulia (14.06.2009)
Si moltiplicano a New York i segnali di un’amministrazione municipale certo repubblicana e market-oriented, ma sicuramente non stupida e conservatrice. Il manifesto, 14 giugno 2009
0


D'Agnolo Vallan, Giulia (10.06.2009)
Altra vittima della crisi economica, il risultato del complesso processo urbanistico e partecipativo per la densificazione degli scali ferroviari Atlantic Yards. Breve resoconto da il manifesto, 10 giugno 2009 e links
0


Allix, Grégoire (04.06.2009)
Col piano Vision 2030 un’altra delle ex metropoli dello spreco energetico e della finanza allegra cerca di misurarsi nel nuovo contesto delle varie crisi intrecciate. Ma: si fa sul serio? Domanda legittima su Le Monde, 3 giugno 2009
0


Phillips, Dom (27.05.2009)
Come già brevemente raccontato da questo sito, prosegue la disgraziata politica pubblica di “contenimento” delle favelas nella metropoli brasiliana.The Times, 26 maggio 2009
0


Sclavunos, James (23.05.2009)
Una recensione da The Times , 23 maggio 2009, per un libro che vuole andare oltre la semplice critica d’architettura, ad abbracciare tempi, spazi, società di uno dei simboli contemporanei più duraturi: bella perché brutta
0


Mulholland, Hélène (23.05.2009)
Con un taglio decisionista che richiama anche certe sparate del centrodestra italiano, si vorrebbero in pratica tagliare gli attuali già flebili rapporti casa-lavoro-servizi. Urbanisticamente, non pare un gran che. The Guardian, 21 maggio 2009
0


Sen, Jayeeta; Seth, Bharat Lal; Jamwal, Nidhi (07.05.2009)
Nelle città indiane andare a piedi è del tutto normale, ma con la modernizzazione pare che gli spazi vengano progettati follemente ignorando del tutto i pedoni. Una lunga sequenza di storie vere quanto quasi surreali daDown to Earth, maggio 2009
0


Lichfield, John (29.04.2009)
Segno dei tempi: vivere significa semplicemente vivere, e non ammucchiare soldi, o collezionare inviti a feste esclusive ecc. Le migliori città del mondo nella classifica riportata da The Independent, 29 aprile 2009
0


Glancey, Jonathan (09.04.2009)
Scelte azzardate di “sviluppo” dell’amministrazione locale, guidata dal solito obiettivo di sfruttamento dell’immagine internazionale, rischiano in fondo di compromettere il cuore della propria esistenza. The Guardian, 6 aprile 2009
0


(30.03.2009)
A quanto pare il vero problema degli slum … è che disturbano il turista, e dunque per risolverlo niente di meglio che una bara di cemento. Surreale intervista a una solerte funzionaria da ABC News, 29 marzo 2009
0


Sachs, Susan (21.03.2009)
Anche oltre Atlantico – come nelle intenzioni dei promotori del resto – riecheggia la nuova grandeur urbanistica francese, stavolta sulle pagine del Christian Science Monitor, 19 marzo 2009
0


Glancey, Jonathan (19.03.2009)
I recenti grandi piani e programmi per la regione metropolitana della capitale francese: ennesima megalomania transalpine, o occasione irripetibile per valorizzare potenzialità urbane? The Guardian, 18 marzo 2009
0

<< Precedente  | 1  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | 9  | < 10 >  | 11-19  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg