0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Città > Spazi centrali
0
Il centro, luogo un tempo emblematico dell'interesse per la città, è ora oggetto di riflessioni sul riuso, il recupero, la rivitalizzazione, lo "infill development". Questa sezione propone articoli su questi temi, a dimensione urbana e metropolitana


Lackmeyer, Steve (17.03.2009)
La diffusione urbana alla fine fa male pure alla fede: meno densità, meno prossimità, meno comunità. Forse ha ragione da vendere, quel pastore che sostiene il New Urbanism. The Oklahoman, 17 marzo 2009
0


Jérôme, Béatrice (25.02.2009)
Nonostante un certo decisionismo, sembra assente un forte potere unificante nelle decisioni di governo, che appaiono a dir poco frammentate, sul futuro della regione della capitale francese. Le Monde, 24 febbraio 2009
0


Goffman, Ethan (24.02.2009)
Un tempo lindo sobborgo di villette con giardino, ora ridotto a enclave residenziale sopravvissuta in mezzo a capannoni e invadenti infrastrutture produttive. La ricerca di un futuro ambientalmente e socialmente equo da E / Environmental magazine, febbraio 2009
0


Booth, Robert (12.02.2009)
Le idee dei responsabili politici e dei progettisti per gli spazi di Londra interessati dal grande evento: promesse di sostenibilità e utilità sociale, ma i privati sono scappati. The Guardian, 11 febbraio 2009
0


(10.02.2009)
I guai della metropolitana diAmsterdam voluta a tutti i costi (troppi, i costi) dall’amministrazione, e a quanto pare contro ogni logica. Può imparare, la nostra “Amsterdam del Sud”? The Economist numero del 5 febbraio 2009
0


Jacobs, Karrie (22.12.2008)
Dubai o Shanghai, le città globalizzate, evocano il fantasma di Jane Jacobs: cosa ne avrebbe pensato? Sicuramente un gran male, e per un ottimo motivo. Metropolis magazine, 17 dicembre 2008
0


(15.12.2008)
Ferve il dibattito nel mondo musulmano sui progetti di riorganizzazione dei luoghi sacri per aumentarne la capienza e consentire di riunirsi a tre milioni di persone contemporaneamente. The Economist, 13 dicembre 2008
0


Markowitz, Andy (14.12.2008)
La pista ciclabile della Greenway tutto attorno all’isola più famosa del mondo offre una nuova prospettiva di “circumnavigazione” della città. The Observer, 14 dicembre 2008
0


Dickey, Christopher (09.12.2008)
La capitale simbolo di certa globalizzazione inizia a mostrare vistose le sue crepe: a quanto pare molti sogni gloria sono destinati ad andare in frantumi. Newsweek, 15 dicembre 2008
0


Pareglio, Stefano (29.11.2008)
Perché le strategie urbanistiche del centrodestra lombardo riusciranno solo a produrre squilibri, nuovo sprawl e consumo di suolo. Le "questioni irrisolte" in un puntuale articolo da la Repubblica ed. Milano, 28 novembre 2008
0


Bowley, Graham (24.11.2008)
Una piccola quanto forse significativa disputa locale per l’uso dello spazio pubblico, che potrebbe in parte ribaltare dopo due generazioni gli esiti di metodo della prima battaglia di Jane Jacobs. The New York Times, 21 novembre 2008
0


Coppola, Alessandro (19.11.2008)
Quando l’aggettivo postindustriale non evoca managers e fotomodelle di massa, ma povertà e pura sopravvivenza negli orti urbani, come in certi film anni ’70. C’è un futuro? Il manifesto, 19 novembre 2008
0


(25.10.2008)
Anche negli Emirati Arabi del tumultuoso sviluppo urbano, si comincia a pianificare in grande coordinando articolazioni dello spazio, densità, infrastrutture di trasporto.Comunicato stampa su AmeInfo, notizie economiche dal Medio Oriente, 25 ottobre 2008
0


Pearman, Hugh (05.10.2008)
Il figlio di Richard Rogers, Zad, alle prese col tentativo di conciliare la solita aspirazione inglese alla casetta unifamiliare e la vita in città. Cronaca forse un po’ troppo commerciale ma interessante, da The Sunday Times, 5 ottobre 2008
0


Gosh, Bobby (03.10.2008)
La nuova gigantesca area urbana zona economica speciale di Re Abdullah, completata fra vent’anni, avrà un milione e mezzo di abitanti. Ed è solo l’inizio. Dalla rivista Time, 2 ottobre 2008
0


Finch, Dermot (11.09.2008)
Nel contesto britannico, ma probabilmente non solo, ai successi “globali” di alcune città corrispondono gravi crisi socioeconomiche di altre. Cosa può fare l’intervento pubblico? The Guardian, 10 settembre 2008
0


Gourlay, Chris; Campbell, Matthew (09.09.2008)
Il presidente francese vorrebbe riprodurre nella propria capitale alcuni metodi di intervento di riqualificazione sperimentati con successo in quella britannica.The Sunday Times, 7 settembre 2008
0


(29.08.2008)
Due articoli di Manuela Trinci e Gianni Biondillo da l’Unità, 28 agosto 2008, esaminano lo stato dell’arte italiano su un argomento assai più popolare altrove. Con qualche eccesso di griffe del progetto
0


Taylor, Diane (28.08.2008)
L’occupazione abusiva di case evoca scenari negativi di degrado urbano e sociale, ma invece significa spesso nuova vita, anche economica, per la città. The Guardian, 27 agosto 2008
0


Lefebvre, Sylvain; Roult, Romain (25.08.2008)
Dopo i Giochi, Pechino sarà in grado di riassorbire davvero nel tessuto urbano tutte le grandi trasformazioni legate all’evento? Interrogativo aperto, e i dubbi sono forti per Le Monde, 23 agosto 2008
0

<< Precedente  | 1-10  | < 11 >  | 12  | 13  | 14  | 15  | 16  | 17  | 18  | 19  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg