0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Società
0
Lo spazio ovviamente non è vuoto, e altrettanto ovviamente ha poco senso (almeno per noi) quando non è osservato mettendo in primo piano la società che lo occupa, o che lo guarda


Whitehead, Frederika (12.05.2010)
Un singolare programma che unisce al doveroso (per tutte le parti) obiettivo della civile convivenza e integrazione, i temi del lavoro e della mobilità – per forza - sostenibile. The Guardian, 12 maggio 2010
0


Moorhead, Joanna (02.05.2010)
Con il progetto spaziale e sociale del cohousing non si realizza tanto una specie di utopia, ma si perseguono con altri strumenti gli obiettivi (eterni quanto perfettibili) del quartiere urbano equilibrato. The Guardian, 1 maggio 2010
0


Gullotta, Diego (01.05.2010)
Intervista allo studioso multidisciplinare Wang Xiaoming sull’urbanizzazione cinese, che naturalmente i grandi eventi come l’Expo di Shanghai più che raccontare nascondono. Il manifesto, 1 maggio 2010 (f.b.)
0


Kambanis, Andreas (29.04.2010)
Andare in bicicletta come percorso iniziatico: magari per arrivare solo a capire che è tanto più comodo di tutti gli altri mezzi, e basta provare per credere. Dissertazione leggera ma impeccabile da The Guardian, 29 aprile 2010
0


Retico, Alessandra (23.04.2010)
Ovviamente senza le infrastrutture e l’organizzazione necessarie non servirà a nulla, ma chissà mai che i progressi della tecnica e un po’ di moda non ce ne mettano del loro … La Repubblica, 23 aprile 2010
0


Sage, Adam (21.04.2010)
La confusione sui marciapiedi nelle ore di punta? Colpa dei progettisti di spazi pedonali, che non tengono conto delle nostre caratteristiche sociali, e non solo in quel caso verrebbe da dire. Dal londinese The Times, 20 aprile2010
0


Bleach, Stephen (18.04.2010)
Decisa stroncatura dell’ennesimo aggeggio un po’ cervellotico che dovrebbe risolvere qualche problema di mobilità urbana. Ma ne crea di tutt’altro tipo, abbastanza imbarazzanti.The Sunday Times, 18 aprile 2010
0


Garnier, Jean-Pierre (15.04.2010)
La metropolizzazione globale, spesso presentata per i suoi aspetti più luminosi di prospettiva futura, pullula di lati oscuri. Le Monde Diplomatique edizione italiana, n. 4, aprile 2010
0


Leong, Melissa (10.04.2010)
Un nuovo libro illustrato per ragazzi cerca di stimolare interesse sul tema degli spazi pubblici in città, su perché sono un diritto, sul loro valore.National Post (Canada), 10 aprile 2010
0


Ferzoco, Jeff (08.04.2010)
In una nuova mostra a New York tutte le speranze (in prospettiva le delusioni) di quando il mezzo meccanico individuale iniziava a rimodellare le nostre città e territori. Gli effetti sono destinati a restare fra noi molto, ma molto a lungo.Spotlight on the Region, Vol. 9, n. 7, 2010
0


Blake, John (01.04.2010)
Dal sito web della CNN, 1 aprile 2010, una interessante rassegna di realtà e aspirazioni per una città più sostenibile, amica dell’ambiente e di chi la abita, e un po’ meno tagliata sulle automobili e gli affari
0


Morse, Richard (31.03.2010)
Nell’isola caraibica le condizioni abitative erano così terribili che non pare sia cambiato molto in peggio, coi campi degli sfollati. E la comunità internazionale rimuove. The Huffington Post, 30 marzo 2010
0


Bybee, Roger (30.03.2010)
Ancora profeti di sviluppo locale, e ricette miracolose che sembrano funzionare poco e male, stavolta nei casi delle città ex industriali colpite dalla globalizzazione. In These Times, numero del 25 marzo 2010
0


Platt, Damian (23.03.2010)
Sarebbe proprio il momento per ripensare al ruolo dei quartieri spontanei nello sviluppo futuro di una delle più dinamiche megalopoli terzomondiali. La pubblica amministrazione lo capisce? Green Futures, marzo 2010
0


Bradley, Jennifer (13.03.2010)
Con la crisi fiscale indotta dalla recessione economica, forse si presenta l’occasione per razionalizzare almeno in parte il sistema americano delle circoscrizioni e del governo locale.The NewRepublic, marzo 2010
0


Salmon, Andrew (10.03.2010)
Un po’ troppe innovazioni tecnologiche, a prima vista, per l’attuabilità, ma è confortante che almeno si investa in ricerca su questo fronte. Dal londinese The Times, 10 marzo 2010
0


Howard, Sally (07.03.2010)
Rassegna a interpretazione un pochino riduttiva sul fenomeno del co-housing, proposto da The Sunday Times, 7 marzo 2010, come versione aggiornata delle comuni anni ’70 con un po’ più di ecologia.
0


Bauman, Richard (28.02.2010)
Anche il parco a tema tranviario magari può contribuire a rilanciare l’idea di un sistema insediativo non del tutto auto-centrico. Ma ci vuole di più, vero? Las Vegas Review-Journal, 28 febbraio 2010
0


Siegle, Lucy (28.02.2010)
Lo sapevate che gestire un’esistenza virtuale può consumare più energia di una vita umana vera in certi paesi? Come stare più attenti oltre gli slogan faciloni, ma in modo accorto, lo spiega The Observer, 28 febbraio 2010
0


Acey, Charisma (23.02.2010)
Secondo un processo diverso ma sostanzialmente simile a quello ottocentesco europeo, l’urbanizzazione globale inizia a far intravedere qualcosa di più dello slum. Un po’ di ottimismo da The Huffington Post, 23 febbraio 2010
0

<< Precedente  | 1  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  | < 7 >  | 8  | 9  | 10  | 11-17  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg