0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Società
0
Lo spazio ovviamente non è vuoto, e altrettanto ovviamente ha poco senso (almeno per noi) quando non è osservato mettendo in primo piano la società che lo occupa, o che lo guarda


Ernst, Michelle; Shoup, Lilly (10.11.2009)
Potersi muovere a piedi nei quartieri, nei luoghi di socialità, verso il lavoro e i servizi, è essenziale, naturale, indispensabile per una vita sana e normale. Ma spesso ci viene negato dalla progettazione urbana. Da un rapporto novembre 2009
0


Harris, Paul (01.11.2009)
Magari i finanzieri americani - e non solo - stanno anche brindando alla loro ripresa economica, ma il cuore delle città industriali vede prospettive sempre più fosche. Una storia di autentica disperazione da The Observer, 1 novembre 2009
0


Seiler, Casey (25.10.2009)
Tra la varia fauna urbana, più o meno gradita, legittima, adattata, ci sono anche cose tanto solite da far dimenticare quanto siano invece assurde. Ma che ci stanno a fare? The Times Union, 25 ottobre 2009
0


Seth, Bharat Lal (22.10.2009)
Nelle megalopoli indiane, fra modernizzazioni economiche e sociali, anche abissi di arretratezza , come la disponibilità di acqua pulita. Prospettive e timori di privatizzazione da Down to Earth, ottobre 2009
0


Barry, Dan (19.10.2009)
Ancora l’orto urbano come luogo da cui partire per ricostruire dentro la crisi identità di individui, quartieri, città. Forse anche economie locali. The New York Times, 18 ottobre 2009
0


Parson, Stuart (14.10.2009)
Sono decisamente in aumento i casi in cui una certa idea di “sviluppo” eterodiretto si scontra con identità locale, qualità della vita e dell’ambiente. E ne esce sconfitta. Dal londinese The Times, 14 ottobre 2009
0


Kazunas, Ariel (09.10.2009)
Hanno proprio ragione gli operatori immobiliari quando dicono che contano tre cose: “posizione, posizione, e posizione”! Chiedetelo ad esempio a chi si muove SOLO in bicicletta. Yes! 8 ottobre 2009
0


Khouri, Rami G. (05.10.2009)
Pessimistico panorama sulla scomparsa dello spazio pubblico nel mondo arabo moderno, dal punto di vista strettamente urbano quanto di coscienza civica collettiva. C’è una via d’uscita? Middle East Online, 5 ottobre 2009
0


Carlsson, Chris (04.10.2009)
Da uno dei fondatori del movimento Critical Mass, idee verso una città socialmente più amica della mobilità ciclabile e dell’ambiente urbano, ben oltre le solite piste o le norme sul traffico. San Francisco Chronicle, 4 ottobre 2009
0


Cooke, Kieran (30.09.2009)
Dal solitamente compassato The Times di Londra, 28 settembre 2009, spietata condanna: quei cosi fracassoni sono solo l’ennesimo prolungamento motorizzato del pene, per così dire. Usate un rastrello!
0


Turner, Janice (26.09.2009)
In fondo, deriva dal maschilismo, dalla competizione a tutti i costi, un certo modo di comportarsi per strada, anche se non si è in macchina. Dal londinese The Times, 26 settembre 2009, una domanda: ce le hanno le palle, i politici, per cambiare?
0


Reed, Jessica (26.09.2009)
Facile cantare le lodi delle due ruote scorazzando nel sole verso mete turistiche: ma tutti i giorni che si fa? Un po’ di consigli pratici per migliorarsi la vita e sollevarsi il morale. The Guardian, 25 settembre 2009
0


(25.09.2009)
Giocare a polo in bici sull'asfalto, o a golf sui tetti, magari arrampicarsi sulle facciate a picco degli edifici più alti: un nuovo modo di appropriarsi dello spazio urbano.Der Spiegel online edizione internazionale, 25 settembre 2009
0


Gnoli, Antonio (22.09.2009)
Il ruolo, da tempo rimosso ma sempre più evidente, dello spazio fisico territoriale e metropolitano nella vicenda umana recente. Una interessante recensione da la Repubblica, 21 settembre 2009
0


McKinlay, John B. (20.09.2009)
In un attualissimo articolo dalla Monthly Review, novembre-dicembre 1978, un’analisi marxista del groviglio di interessi particolari che ancora ostacola la riforma tentata da Obama
0


Alcindor, Habiba (04.09.2009)
Una cittadina del profondo Sud, nel Delta del grande fiume, dove da tre generazioni si sperimentano modelli di agricoltura diversi, ora si orienta all’autosufficienza e al farmers market. The Nation, numero del 21 settembre 2009
0


Randall, David (31.08.2009)
L’erba è sempre erba, e a quanto pare non c’è alcun bisogno di infrangere la legge: basta comparsi una villetta, falciare il prato, e inalare profondamente …..Wow! Divertente saga da The Independent, 30 agosto 2009
0


Gupta, Alok (24.08.2009)
In un remoto villaggio del Bihar non si sposa nessuno, perché non ci arrivano strade, e quindi nessuna anima gemella: ora si aprono i cantieri "autogestiti" per risolvere l’annosa questione. Down to Earth, agosto 2009
0


Applebome, Peter (24.08.2009)
Nella stessa circoscrizione del quarantennale concerto di Woodstock, in ritardo di un paio di generazioni c’è la commistione di ceti, razze, abitazioni. È possibile, con un piano nazionale, una vera integrazione nel terzo millennio? The New York Times, 23 agosto 2009
0


McWilliams, James (19.08.2009)
Il recente rapporto britannico (allegato) sulle colture biologiche e il loro valore nutritivo quasi identico a quelle industriali, non coglie proprio il punto, che sono gli impatti diversi, sociali, ambientali, e filosofici (!) del processo.The Atlantic, 18 agosto 2009
0

<< Precedente  | 1  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | < 9 >  | 10  | 11-17  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg