0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Società
0
Lo spazio ovviamente non è vuoto, e altrettanto ovviamente ha poco senso (almeno per noi) quando non è osservato mettendo in primo piano la società che lo occupa, o che lo guarda


Margolis, Marc (28.02.2009)
Nella metropoli brasiliana bande di autonominati tutori dell’ordine spadroneggiano nei quartieri popolari improvvisandosi, giudici, giuria e naturalmente (se no, che gusto c’è?) anche boia. Newsweek, 23 febbraio 2009
0


(27.02.2009)
Piccola cronaca locale: il tema dell’identità di territori confusamente invasi da uno sviluppo “esterno”. Una declinazione britannica con la variante dell’esurbio metropolitano. Dal gallese Daily Post , 26 febbraio 2009
0


Hutchinson, Nikki (24.02.2009)
Tutto il mondo è paese: anche in Australia sicurezza spesso vuol dire spostare i problemi altrove, in questo caso (come quasi sempre) aggravandoli.Perth Now, 24 febbraio 2009
0


Smithers, Rebecca (19.02.2009)
Decine di terreni di proprietà del National Trust iniziano ad essere utilizzati dai più colpiti dalla crisi economica: qualche effetto positivo, in fondo, c’è. The Guardian, 19 febbraio 2009
0


Buncombe, Andrew (10.02.2009)
Il governo delleMaldive vuole riorganizzare il proprio sistema didattico e cerca coordinatori nell’ex madre patria coloniale britannica. Lo stipendio pare basso, ma l’ambiente … The Independent, 10 febbraio 2009
0


Verma, Sonia (05.02.2009)
Negli Emirati vige la sharia, che per i debitori prevede pene severissime. Stanno cominciando ad accorgersene anche gli ex privilegiati operatori finanziari occidentali. Che scappano, come ladri. The Times, 5 febbraio 2009
0


Fox, Paul (04.02.2009)
In Gran Bretagna si propone la banda larga per tutti. Ma ci vogliono ovviamente anche spazi pubblici di qualità, diffusi e accessibili, dove si possa svolgere un’interazione fisica. The Guardian, 3 febbraio 2009
0


Pidd, Helen (23.01.2009)
Per le eco-città dei palazzinari o i nuovi quartieri si può fare un’eccezione, ma quando si tratta di poveracci senza casa guai: le grandi fasce di parco metropolitano allora ridiventano “sacre”. The Guardian, 23 gennaio 2009
0


Harris, Mark (11.01.2009)
In un mondo tutto suo, dove c’è ancora l’utopia suburbana alla Broadacre e la crisi petrolifera non esiste, in arrivo sul mercato il curioso baracchino tecnologico. The Sunday Times, 11 gennaio 2009
0


Serra, Michele (04.01.2009)
Brevi note leggere ma non troppo, su vari temi ricorrenti in questo sito, dalla rubrica L'Amaca sul numero domenicale de la Repubblica, 4 gennaio 2009
0


Usborne, Simon (01.01.2009)
Una serie di motivi per cui, in Gran Bretagna (e anche oltre Manica) sarà un ottimo anno per inforcare la bicicletta: lavoro, tempo libero, salute del corpo e dell’anima. The Independent, 1 gennaio 2009
0


Holmes, Hannah (24.12.2008)
La mammifera umana e il suo senso territoriale, dalla villetta al cruscrotto dell’auto. Analisi comparata anche un po’ seria da Orion, gennaio-febbraio 2009
0


Schwarzenegger, Arnold (20.12.2008)
Il governatore della California spiega, rivolto a Barack Obama, come e perché un grande rilancio della spesa pubblica sia indispensabile per gli Usa. Newsweek, 17 dicembre 2008
0


O'Hagan, Simon (06.12.2008)
Per chi ha preso l’abitudine di usare regolarmente la bicicletta per spostarsi ogni giorno, difficile riuscire a farne a meno: troppo gratificante! The Independent, 6 dicembre 2008
0


Percival, Jenny (21.11.2008)
Un investimento di una certa portata per creare in Gran Bretagna specie da aree di recupero urbane nuovi spazi dotati di servizi, fino a 25.000 persone.The Guardian, 19 novembre 2008
0


Hetherington, Peter (19.11.2008)
Gestione di una serie di servizi in collaborazione fra comitati e amministrazioni locali: la nuova frontiera democratica - e di avanguardia tecnica - del governo urbano? The Guardian, 18 novembre, 2008
0


Kaminski, Matthew (09.11.2008)
Un titolo a doppio senso, per analizzare la vittoria di Obama anche nel suburbio diffuso, sinora solidamente repubblicano, e le questioni che pone.The Wall Street Journal, 9 novembre 2008
0


(08.11.2008)
I problemi dell’enorme e crescente urbanizzazione dei paesi poveri, che appaiono sempre più sproporzionati rispetto alle ragionevoli possibilità di intervento. Ma forse c’è del buono proprio in questo gigantismo. La tesi della Banca Mondiale da The Economist, 6 novembre 2008
0


Allotments Regeneration Initiative (03.11.2008)
In un rapporto/manuale del 2007 redatto per conto del Ministero delle aree urbane britannico, le indicazioni per realizzare e gestire gli orti comuni, nuovi spazi pubblici per la città
0


Mulholland, Hélène (24.10.2008)
Un rapporto appena pubblicato osserva che le amministrazioni locali tendono ad eliminare i gabinetti pubblici dalle città per motivi vari, ma si tratta di un importante servizio che va difeso. The Guardian, 22 ottobre 2008
0

<< Precedente  | 1-10  | < 11 >  | 12  | 13  | 14  | 15  | 16  | 17  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg