0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Società
0
Lo spazio ovviamente non è vuoto, e altrettanto ovviamente ha poco senso (almeno per noi) quando non è osservato mettendo in primo piano la società che lo occupa, o che lo guarda


Saulter, Carla (01.11.2010)
Fra le tante leggende metropolitane che circondano l’automobile, anche quella che sia il mezzo di trasporto più adatto a chi ha una famiglia con bambini. Una fandonia alimentata ad arte come tante altre, spiega Grist con dovizia di particolari, 1 novembre 2010
0


Helm, Toby; Asthana, Anushka (24.10.2010)
Dicevano di no, ma nel giro di poche settimane sta cominciando: fuori dalle case, quando va bene in pensioncine come i terremotati. I tagli dei Conservatori e la desertificazione sociale della metropoli da The Observer, 24 ottobre 2010
0


(18.10.2010)
Editoriale da The Independent, 18 ottobre 2010: la recente presa di posizione di Angela Merkel e l’atteggiamento verso il multiculturalismo nei paesi europei (l’Italia non è neppure nominata). Un problema reale anche per la riflessione progressista
0


Balicco, Daniele (16.10.2010)
Impressioni sull’idea di città e società, a dire il vero piuttosto fumosa e contraddittoria, che emerge dall’evento simbolico mondiale dell’Expo. Con la prevedibile Italia del Colosseo & Pizza. Alias/il manifesto, 16 ottobre 2010
0


(08.10.2010)
Cominciano ad arrivare sul mercato le prime attesissime auto elettriche destinate a un pubblico di massa, per quanto ancora un po’ ridotto. Potenzialità e limiti del prodotto secondo The Economist, 7 ottobre 2010
0


Ramesh, Randeep (08.10.2010)
Negli Usa si scopre la povertà suburbana, e in Gran Bretagna per certi versi i Conservatori la pianificano, svuotando il nucleo centrale metropolitano, con effetti sociali, economici e urbanistici avvolti nel mistero. The Guardian, 8 ottobre 2010
0


Martin, Courtney E. (05.10.2010)
Dal quindicinale The American Prospect, 4 ottobre 2010, una riflessione sui nuovi modelli abitativi, lavorativi e sociali complessi dei più giovani, determinati anche dalle tecnologie dell’informazione, forse con qualche eccesso di ottimismo
0


Dotti, Marco (03.10.2010)
Come ben sanno quelli che provano a raccontare la città, le prospettive cambiano a seconda del medium, e della distanza. Ma cosa cambia in genere in un lettore cambiando il supporto di lettura?Alcune ipotesi scientifiche generali da il manifesto, 3 ottobre 2010
0


McCarthy, Michael (25.09.2010)
Al Forum per un Pianeta Sostenibile di Lione, incrociano le armi le teorie della crescita e della decrescita, del prodotto lordo o della qualità della vita. Un resoconto un po’ sbilanciato dal londinese The Independent, 25 settembre 2010
0


Walker, Peter (22.09.2010)
Dopo un trasloco, o un cambio di lavoro, il pendolare ciclista può ritrovarsi molto più lontano di prima dalla sua meta quotidiana. Resisterà alla tentazione di cambiare mezzo? The Guardian, 22 settembre 2010
0


Kotkin, Joel (20.09.2010)
L’autore non demorde dalla sua faziosa tesi, per quanto intelligentemente sostenuta: la tutela dell’ambiente e del territorio si sposa in tutto il mondo al sottosviluppo economico e in definitiva a povertà e ingiustizia. Richmond Times Dispatch, 19 settembre 2010
0


Hirsch, Afua (18.09.2010)
Il fascino perverso del quartiere popolare, specie quando inizia a diventare di moda e a trasformarsi in qualcosa di completamente diverso. Una acuta critica teatrale che è anche sociale e urbanistica, da The Guardian, 18 settembre 2010
0


Purvis, Andrew (06.09.2010)
Sono 750.000 gli scatolotti di cemento ultrafortificati voluti dal paranoico dittatore Enver Hoxha, che in effetti è molto più conveniente destinare a nuovi usi, anziché demolire o dimenticare. Green Futures, agosto 2010
0


Forbes, Rob (05.09.2010)
La qualità domestica ancora una volta si tira appresso tutto il resto, nella nostra casa allargata metropolitana, e ancora centrale il ruolo delle … ehm neocasalinghe. The Daily Beast, 5 settembre 2010
0


Zwahlen, Cyndia (30.08.2010)
Anche e soprattutto in una città vasta come quella americana, una rete commerciale adeguata di servizi e accessori per le biciclette suona ancora un po’ come fantascienza, e pure cara come il fuoco.The Los Angeles Times, 30 agosto 2010
0


Usborne, David (30.08.2010)
Cinque anni dopo la devastazione di Katrina, e poi anche il disastro della piattaforma petrolifera della BP. Un giro di sensazioni e opinioni fra i cittadini di New Orleans con un giornalista di The Independent, 28 agosto 2010
0


Khanna, Parag (20.08.2010)
Un’ampia prospettiva dei nuovi scenari sociali, ambientali, economici e politici che si profilano col tramonto della centralità nazionale e l’ascesa delle metropoli globali. Realistico, anche se un po’ privatistico, dal numero di Foreign Policy, settembre-ottobre 2010
0


Berardi, Franco (Bifo) (19.08.2010)
Del tutto Kondivisibile, da il manifesto 19 agosto 2010
0


Sherwood, Harriet (13.08.2010)
Uno dei più noti esempi di comunità ideale di ispirazione socialista, di fronte sia alle proprie contraddizioni che a un mondo che nel frattempo è del tutto diverso da quello che l’ha vista nascere. The Guardian, 13 agosto 2010
0


Saunders, Doug (12.08.2010)
Dal britannico The Spectator, numero del 7 agosto 2010, una rassegna globale della ciclopica crescita delle mega-città destinata a sconvolgere la vita del pianeta. Con alcuni dati quantitativi e qualitativi sorprendenti, soprattutto per gli urbanisti
0

<< Precedente  | 1  | 2  | 3  | 4  | < 5 >  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11-17  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg