0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Padania & No
0
Una raccolta, per ora ordinata solo cronologicamente, di testi miei, su argomenti vari, prevalentemente "padani" legati alle trasformazioni territoriali e sociali della megalopoli. In gran parte si tratta di articoli scritti ad hoc in occasioni particolari, e pubblicati in modo sparpagliato su altri siti. Non sono tutti gli articoli miei, di sicuro, ma chissà che riordinarli non serva anche a chi li ha scritti e poi magari dimenticati ...


Bottini, Fabrizio (24.03.2005)
Capita anche che il centro commerciale possa replicare, governato e inserito in una politica spaziale e di sviluppo, l'antico ruolo fondativo che la bottega ha avuto nella città. Alcuni cenni sulla recentissima Retail Development Strategy a Soweto, Sud Africa (f.b.)
0


Bottini, Fabrizio (06.03.2005)
Nella pianura bergamasca, fra il Serio e l'Oglio, si aspetta l'arrivo del grande serpente autostradale BreBeMi, e dell'alta velocità ferroviaria. Nel frattempo, del serpente iniziano a spuntare le prime uova, come questo enorme centro commerciale in mezzo al nulla (f.b.)
0


Bottini, Fabrizio (15.02.2005)
Due recenti iniziative di due Regioni italiane, ripropongono il tema del rapporto fra pianificazione territoriale e delle attività commerciali. Con qualche nota introduttiva (f.b.)
0


Bottini, Fabrizio (30.01.2005)
"A proposito di urbanistica e paesaggio": un intervento di commento a una Opinione di V. De Lucia. In Italia l'urbanistica nasce proprio dai beni culturali
0


Bottini, Fabrizio (26.12.2004)
La progettazione partecipata delibera l'incompatibilità fra l'opera d'arte di un noto architetto e chi ci deve abitare dentro, all'opera d'arte. Ma, come sempre, c'è qualcosa dietro ... Il "caso" del quartiere popolare anni Settanta progettato da Guido Canella a Bollate, Milano (f.b.)
0


Bottini, Fabrizio (14.12.2004)
Il libro di un pastore presbiteriano del Montana, sostenitore del New Urbanism, ci guida in un percorso inusuale fra autori noti e le "idee di città" della Bibbia. La tesi: l'urbanistica come disciplina sociale partecipata è uno strumento per costruire - nientemeno - la Nuova Gerusalemme. Una recensione e qualche riflessione (fb)
0


Bottini, Fabrizio (23.11.2004)
Per ora ci sono ancora i prati del Parco Ticino, con qualche villetta e i Jumbo Jet che rombano sopra la testa. Forse, tra qualche tempo, un grande insediamento chiamato Business Park, e dentro l'ormai indispensabile villaggio della moda, del divertimento, dello shopping. Un disastro (fb)
0


Bottini, Fabrizio (07.11.2004)
Un'emendamento alla legge urbanistica della California, approvato dal Governatore "Terminator" Schwarzenegger, repubblicano di ferro ma anomalo, se possibile sottolinea, anziché confondere, le vere differenze fra destra e sinistra (fb)
0


(24.10.2004)
A proposito di Vicolungo
0


Bottini, Fabrizio (18.10.2004)
Gli outlet villages, e gli insediamenti commerciali in genere, non vanno considerati da soli, ma possono essere usati anche come "cartina di tornasole" per leggere tendenze più generali. Qualche riflessione in libertà (fb)
0


Bottini, Fabrizio (10.10.2004)
Uno dei due controversi villaggi del postmoderno retailtainment sulle rive della Sesia, quello di Vicolungo, è stato inaugurato (anche se completato a metà) lo scorso giovedi 7 ottobre 2004. Sono tornato a vedere quelle ex risaie, nel bel mezzo dello sconvolgimento territoriale dei cantieri Alta Velocità. Un po' di immagini e qualche osservazione a margine (fb)
0


Bottini, Fabrizio (22.09.2004)
Un libro di Dolores Hayden ci guida in un percorso complesso attraverso due secoli di storia del suburbio americano. Che ha molte differenze ma anche moltissime analogie con il nostro insediamento diffuso. Prima fra tutte, la stretta connessione fra spazi, tempi, soggetti dello sfruttamento capitalistico del territorio. (fb)
0


Bottini, Fabrizio (20.07.2004)
Centri Commerciali: una ulteriore tappa nella globalizzazione dei mercati, e qualche riflessione sul fatto che siamo tutti sulla stessa barca, e per tutti suonano le stesse campane (fb)
0


Bottini, Fabrizio (12.07.2004)
Modesta, schematica, breve storia cronaca e critica di un progetto minore per l'area metropolitana milanese, che ha meno visibilità perché oscurato da cose ben più grosse, da tutti i punti di vista (fb)
0


(07.06.2004)
Fabrizio Bottini propone una ricetta facile, abbastanza veloce, con ingredienti abbastanza semplici, e che (secondo lui) fa abbastanza "scena" . La suggerisce con il sottotitolo "Verdure ripiene facili per singles, duplex, ecc". Con la consueta ironia, ve la racconta lui stesso
0


Bottini, Fabrizio (06.06.2004)
Una storia surreale, anche se realissima. Succede negli Stati Uniti, ma potrebbe accadere anche qui, e forse sta già succedendo. (fb)
0


Bottini, Fabrizio (13.05.2004)
Un pezzo scritto un paio d'anni fa per Eddyburg (quando non si chiamava ancora così), poi pubblicato dal Manifesto il 17 maggio 2002, poi andato perso sul sito fra vari traslochi di server. Forse è ancora attuale, alla viglilia di elezioni amministrative (fb)
0


Bottini, Fabrizio (10.05.2004)
Il parco a tema è certamente un simbolo negativo delle nuove forme di insediamento, ma qualche volta è addirittura sopra la media qualitativa, soprattutto nel contesto della città diffusa e "spaparanzata" (fb)
0


Bottini, Fabrizio (05.05.2004)
E' possibile sostituire uno sviluppo industriale nel segno della tecnologia avanzata, con l'immagine della tecnologia venduta a scopo di sviluppo? Se lo chiedono da qualche anno, sulla propria pelle, gli abitanti di un comprensorio un tempo famoso per altri motivi
0


Bottini, Fabrizio (29.04.2004)
Un ennesimo outlet village, stavolta in Campania, si presenta con l'ennesima immagine di assoluta novità, per ora solo come pubblicità sulle pagine economiche
0

<< Precedente  | 1  | 2  | 3  | 4  | < 5 >  | 6  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg