Trovato su: http://mall.lampnet.org/article/articleview/5359/1/187

Che cos'è Mall


Eddyburg Sito di Fabrizio Bottini Utilità

Fabrizio Bottini: second from left
MALL è uno spazio gestito da Fabrizio Bottini (al centro, nella foto)

Forse non tutti sanno che “Mall” è una parola di origine italiana. Il rude gioco medievale della Pallamaglio venne infatti introdotto nel ‘600 alla corte britannica, e per le partite fu adattata una larga striscia del St. James Park di Londra. La storia si incaricherà poi, da un lato di far evolvere il gioco verso i moderni golf o croquet, dall’altro di sviluppare il linguaggio: da Pall-Mall, al solo Mall, e poi dalla striscia alberata per il passeggio all’attuale percorso da una vetrina all’altra nei centri commerciali. Questo per quanto riguarda il nome, che è importante come tutti i nomi. Ma non basta.

Il riferimento di partenza ai luoghi del consumo rappresenta solo una prospettiva su un universo ovviamente più vasto.
Perché sono più vaste le dimensioni, e il ruolo crescente dell'impresa privata nel determinare l’organizzazione degli spazi, lo squilibrio fra il potere del comune cittadino e quello delle grandi organizzazioni. Organizzazioni che, come quelle pubbliche preposte a fare da tramite fra cittadini e grandi interessi particolari, spesso sembrano non aver chiarissima una propria idea di spazio, alternativa o complementare a quella del capitale privato.

Su Mall si raccolgono quindi articoli, testi, documenti che ruotano attorno a questi temi: ancora a partire soprattutto dagli spazi del consumo, ma già in partenza con un’articolazione più vasta. Le sezioni sono per ora: CITTÀ, URBANISTICA, AMBIENTE, SOCIETA', ANTOLOGIA. A loro volta queste sezioni si articolano in sottocartelle (come quella sugli spazi commerciali, ad esempio, che sta dentro CiTTA'), dedicate via via ai vari temi specifici. Ultimo arrivato, Padania & No raccoglie scritti miei, articoli recensioni ecc. ripresi da varie fonti. Che come dice il titolo parlano molto dell'area padana, ma anche molto di altro.

Buona lettura.
Fabrizio Bottini



| Spedisci questo articolo ad un amico |