0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Ambiente
0
Negli anni recenti e meno recenti, nella cultura delle città si sono imposti, oltre al “suolo”, anche l’aria, l’acqua ... In tale prospettiva, qui si raccolgono testi sui temi dell’inquinamento, dell’energia, dei parchi


Angelini, Luca (19.12.2010)
Un (piccolo) passo in avanti fra gestione del territorio, produzione sostenibile di energia, industriale, contenimento delle emissioni e altro. Corriere della Sera ed. Lombardia, 19 dicembre 2010
0


Regional Planning Association (NY) (17.12.2010)
In un contributo orale davanti alla Commissione Trasporti cittadina del dicembre 2010, il prestigioso gruppo di planners ribadisce un principio apparentemente ovvio: la mobilità sostenibile non si persegue su singoli progetti, per quanto graditi a un assessore
0


Montefiori, Stefano (17.12.2010)
Non c’è bisogno di aspettare il miracolo scientifico-tecnlogico e neppure le grandi decisioni politiche: per fare passi verso città sostenibili gli strumenti ci sono, basta volerli usare, naturalmente. Corriere della Sera, 17 dicembre 2010
0


Vidal, John (10.12.2010)
Il posto dove si tengono gli incontri per la lotta al cambiamento climatico dovrebbe da solo servire come monito: cosa succede se continuiamo a “svilupparci” come se niente fosse? The Guardian, 9 dicembre 2010
0


(07.12.2010)
Che coltivarsi l’orto non fosse solo un passatempo per cittadini annoiati lo si sapeva, e adesso lo scoprono anche gli strateghi dello sviluppo e dell’urbanizzazione dei paesi poveri. Webwire, 7 dicembre 2010, con tanto di ruolo di Letizia Moratti (sic)
0


(07.12.2010)
Cementificazione, paesaggio, agricoltura, mobilità dolce, in una piccola antologia con testi di Valerio Calzolaio, Luca Fazzo, Stefano Ficorilli, Stefano Lenzi, da Gasati supplemento a il manifesto, 7 dicembre 2010
0


Munro, Kelsey (02.12.2010)
Il nuovo parco a tema è l’orto con pollaio. Curioso che proprio chi dalla natura selvaggia parrebbe assolutamente circondato, poi faccia tanto per avere anche in piena città spazi produttivi.Sydney Morning Herald, 3 dicembre 2010
0


McCarthy, Michael (01.12.2010)
Chissà che adesso, con il riscaldamento globale che bussa direttamente al portafoglio e alla porta della camera d’albergo, qualcuno che conta non cominci a diventare meno negazionista.The Independent, 1 dicembre 2010
0


Stokes, Ruth (01.12.2010)
Un modo parecchio innovativo di concepire spazi verdi a servizio della residenza, tutela dell’ambiente, educazione e anche un po’ di volontariato e partecipazione. The Guardian, 1 dicembre 2010
0


Rampini, Federico (29.11.2010)
Come un approccio sostanzialmente e concretamente post-ideologico abbia fatto per il clima (e la società) più di tanti predicozzi benintenzionati. Stato e mercato da la Repubblica, 29 novembre 2010
0


Boyd, Robynne (26.11.2010)
Sino a che punto possono arrivare le grandi decisioni pubblico private, e sino a quale invece gli stili di vita quotidiani, per evitare una catastrofe? Una domandina non da poco, su Scientific American, 25 novembre 2010
0


Ravilious, Kate (15.11.2010)
Pesticidi, urbanizzazione sconsiderata e insostenibile, e come tante altre cose anche i nostri cugini alati – piccoli e grandi - rischiano di estinguersi del tutto. Uno scenario per nulla da fantascienza, e un appello da The Independent, 15 novembre 2010
0


Yamashita, Tomoko (09.11.2010)
Dalla versione in inglese del giapponeseAsahi Shimbun, 9 novembre 2010: come la qualità ambientale, anche declinata nella sua accezione più tecnologica, può diventare qualità urbana e sociale
0


Linthicum, Kate (08.11.2010)
Uno dei vantaggi (che pure ci sono come ripetono i suoi profeti) della dispersione urbana, è la disponibilità di spazio aperto. Dipende poi da come lo si usa, però. Un esempio virtuoso da The Los Angeles Times, 7 novembre 2010
0


Jowit, Juliette (21.10.2010)
Dopo gli studi e le indicazioni di una commissione ONU sulla biodiversità, primi adeguamenti istituzionali al nuovo e potenzialmente rivoluzionario indice TEEB. The Guardian, 20 ottobre 2010
0


Bitti, Mary Teresa (19.10.2010)
Dal canadese National Post, 19 ottobre 2010, un reportage sulla mobilità sostenibile applicata in modo esteso al complesso delle attività urbane, visto che ragionevolmente la città non è solo residenza e servizi. Con qualche eccesso di semplificazione forse
0


Bowden Yang, Laura (17.10.2010)
Del tutto prevedibile anche se non scontato: uno spazio a funzione pubblica a suo modo innovativo come l’orto urbano produce risultati sociali inattesi, almeno su queste dimensioni.Daytona Beach News-Journal, 17 ottobre 2010
0


Padula, Giovanni (16.10.2010)
Una riflessione sul sistema città, nel senso di rapporti spaziali e sociali, che parrebbe del tutto ovvia se non si scontrasse con l’atteggiamento ottuso di generazioni di amministratori. Corriere della Sera ed. Milano, 16 ottobre 2010
0


Pyenson, Andrea (14.10.2010)
Lo spirito imprenditoriale per cavalcare qualunque tendenza o bisogno ne combina davvero di tutti i colori, come queste “galline in affitto” per capire se la voglia di tenersele poi in casa è autentica o solo un capriccio passeggero. Boston Globe, 13 ottobre 2010
0


Kleis, Roelof (11.10.2010)
Una ricerca olandese sugli orti urbani mette in dubbio certe teorie sulle loro potenzialità salvifiche universali. Ma è ovvio anche agli Autori che non si discute l’idea generale di infrastruttura verde cittadina. PhysOrg, 11 ottobre 2010
0

<< Precedente  | 1  | 2  | 3  | 4  | < 5 >  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11-20  | 21-24  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg