0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Urbanistica > L'Urbanista
0
Ci sono molti modi, punti di vista, strategie e competenze per studiare e pianificare territorio. I testi raccolti qui ne vogliono evidenziare le differenze e analogie.


Stella, Armando (07.03.2011)
Dal Corriere della Sera ed. Milano, 7 marzo 2011, si inizia a intravedere una sostanziale (era prevedibile) improvvisazione della cosiddetta strategia degli spazi condivisi, solo fra pedoni e ciclisti, che merita una postilla
0


Merrick, Jay (04.03.2011)
La strategia pubblicitaria di John Kasarda e Greg Lindsay per la fantomatica città-aeroporto si guadagna recensioni, pare replicare il successo pro-sprawl di Bruegmann. Comunque un’altra stroncatura da The Independent, 4 marzo 2011
0


Moore, Rowan (27.02.2011)
Nuova sostanziale stroncatura all’utopia urbana tecnologica di Greg Lindsay e John Kasarda: in effetti ridurre la città a un grosso deposito, anche se fa guadagnare molto, suona piuttosto parziale, ridicolo e anche pericoloso. The Observer, 27 febbraio 2011
0


Gulli, Claudio (26.02.2011)
La convinzione di avere le idee giuste non basta: oggi conta soprattutto la capacità di proporle: una tutto sommata sconsolata recensione a Paesaggio Costituzione Cemento di Salvatore Settis, Alias 26 febbraio 2011
0


Akam, Simon (24.02.2011)
Il Sudan meridionale dopo la secessione vuole una sua capitale: ma fanno il loro mestiere questi progetti? Una riflessione sul passato e il presente di questo modello: le Nuove Capitali del mondo da The Independent, 24 febbraio 2011
0


Jacobs, Karrie (20.02.2011)
Dalla rivista Metropolis, febbraio 2011, una meditata stroncatura all’ennesimo libro che, pur in modo assai argomentato, vorrebbe appiattire la città, le sue dinamiche, la sua storia, alla macchina da sviluppo cara a certo mondo
0


Glaeser, Edward L. (14.02.2011)
In un lungo estratto dal suo Triumph of the City (Penguin 2011) l’economista ripercorre la storia degli edifici a torre. Con parecchi dei pregiudizi e delle semplificazioni di una cultura disciplinare oggi egemone, a mio parere. Anticipato da The Atlantic, febbraio 2011
0


Trincardi, Andrea (06.02.2011)
In questo contributo critico sul tema della città sostenibile dallo specifico punto di vista del progetto di spazio fisico, anche un appello all’interdisciplinarità e a un’idea meno angusta di mercato. Scritto anche per Multiverso 10-10 Link
0


Brandes Gratz, Roberta (30.01.2011)
In effetti c’è una bella differenza fra auspicare la partecipazione dei cittadini, una evoluzione urbana condivisa, e l’idea che non si debba mai cambiare nulla. La sociologa già amica di Jane Jacobs chiarisce polemicamente alcuni punti sul sito Planetizen, gennaio 2011
0


Sorman, Guy (19.12.2010)
Naturalmente il fenomeno della grande città terzomondiale ha specificità locali, ma tutto è comunque fortemente determinato dalla decisione politica. Un lungo, molto fazioso, ma interessante, saggio da City Journal, Vol. 4 n. 20, 2010
0


Orme, Jason (17.12.2010)
Il progetto di decentramento del governo britannico di coalizione centro-destra pare proprio essere una miscela un po’ a rischio, a cavallo fra particolarismo ambientale e un’idea di pianificazione urbanistica tutta da capire. The Independent, 17 dicembre 2010
0


(22.10.2010)
Sim-City discende dal progetto determinato della città novecentesca, il nuovo Betaville comprende anche complessità e istanze partecipative.Sarà vero? PRNewswire, 21 ottobre 2010
0


Pitts, Jonathan (12.10.2010)
Un articolo dal Baltimore Sun, 10 ottobre 2010, che sembra letteralmente fotocopiato, con poche varianti sociali anziché chirurgiche, dalla nascente cultura igienista del XIX secolo. Effetto collaterale del programma sanitario di Obama? Comunque positivo
0


Puentes, Robert (02.10.2010)
Dagli spazi della Brooking Institution sul sito di The New Republic, settembre 2010, una riflessione attenta sulla vera e propria ideologia del traffico urbano che ereditiamo da decenni di specialismi
0


White, Micheal (10.06.2010)
Il nuovo governo conservatore britannico alle prese con le promesse elettorali di un maggiore decentramento delle decisioni urbanistiche, all’insegna di un discutibile “locale è bello”. The Guardian, 10 giugno 2010
0


Streeter, April (25.05.2010)
Un nuovo libro raccoglie saggi che vorrebbero confermare e rilanciare la validità degli spunti di base elaborati dalla grande studiosa ed evoluti col tempo.TreeHugger, 24 maggio 2010
0


Rotondo, Roberto (14.05.2010)
In linea di massima pare una specie di caricatura dell’urbanistica trasparente e partecipata, ma non è detto che non serva a qualcosa, coinvolgere sistematicamente bambini e adulti. Il Corriere della Sera, 14 maggio 2010
0


Beane, George (03.04.2010)
Recensione dell’ultimo lavoro di Roberta Brandes Gratz, sugli scontri epici fra le idee di città di Robert Moses e quelle di Jane Jacobs, con particolare interesse per i risultati successivi e le prospettive future.Metropolis, 1 aprile 2010
0


McGuirk, Justin (29.03.2010)
La storia passata e recente non manca certo di esempi o modelli in materia di città nuove o radicalmente rinnovate. Di fronte agli enormi problemi attuali, come e cosa scegliere. The Guardian, 29 marzo 2010
0


(29.03.2010)
Lo sguardo attento, critico, ma esplicitamente settoriale dell’architetto Cino Zucchi sulla città, evidenzia se necessario i limiti di un’urbanistica estetizzante e individualista. La Repubblica ed. Milano, 29 marzo 2010, con una nota di Sarah Chiodi e una postilla
0

<< Precedente  | 1  | < 2 >  | 3  | 4  | 5  | 6  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg