0 0 0
0
0 0 0 0 0 0
0


Mall International (in English)
0
0 > Sito di Fabrizio Bottini > Città > Spazi della dispersione
0
Da sogno della prima età dell'automobilismo nel Novecento, il suburbio si è via via trasformato in una realtà, e in un problema. Sprawl, città diffusa, insediamento rado, campagna urbanizzata ... questa cartella ospita testi sul tema


Jones, Charisse (03.05.2006)
I parchi di case mobili spesso vengono venduti ai costruttori per progetti immobiliari. In molte zone degli Stati Uniti, poche tutele per gli abitanti. USA Today, 11 aprile 2006
0


Hetherington, Peter (27.04.2006)
Il "lato oscuro" delle politiche pubbliche concentrate verso le città: la campagna ridotta a seconde case e ad una società immobile di anziani. The Guardian, 26 aprile 2006
0


Kotkin, Joel (25.04.2006)
Una breve presentazione delle più recenti teorie di Kotkin, sempre favorevole allo sviluppo suburbano perché lo "chiede il mercato". In allegato l'intero rapporto. Planetizen, 24 aprile 2006
0


Naughton, Keith (23.04.2006)
La surreale vita dei pendolari "estremi", sempre più diffusa e a quanto pare anche apprezzata. Forse in mancanza di meglio. Newsweek, 1 maggio 2006
0


Bottini, Fabrizio (22.04.2006)
Un progetto espositivo al Centro Commerciale le Acciaierie che, consapevolmente o no, nel nome del dibattito sui “non luoghi” santifica il peggiore sprawl suburbano con l’imprimatur dell’intellettualità
0


Mckay, Rich (18.04.2006)
Qualche cifra precisa, particolare ma generalizzabile, sui costi monetari e non della diffusione urbana a casaccio. Orlando Sentinel, 27 marzo 2006
0


Heartfield, James (14.04.2006)
Un sostenitore britannico del "diritto allo sprawl", sulle orme di Bruegmann, con una prosa più divertente. Fa comunque riflettere su certe argomentazioni schematiche. Spiked, 4 aprile 2006
0


Van Eyk, Roxzanne (01.04.2006)
La macchina dello sprawl tritatutto sulle coste turistiche e di seconde case per ricchi sudafricani. Business Day (Johannesburg), 31 marzo 2006
0


Bruegmann, Robert (29.03.2006)
Alcuni brevi estratti dal nuovissimo, già famoso e controverso: Sprawl, a compact history, University of Chicago Press, 2005 (pp. 70-73)
0


Bottini, Fabrizio (23.03.2006)
Un punto di vista sullo "sprawl" indotto dalle trasformazioni socioeconomiche sull'asse MI-To, pubblicato da Urbanistica Informazioni n. 204, 2006
0


Almeida, Christina (17.03.2006)
Lottizzazioni di villette e centri commerciali si mangiano il terreno dell'agricoltura, e prima di tutto degli allevamenti, che lasciano campo libero all'invasione della città diffusa. Associated Press, 25 febbraio 2006
0


Hoyler, Michael; Freytag,Tim; Mager, Cristoph (01.03.2006)
Pianificazione territoriale, programmazione economica e sviluppo nella conglomerazione urbana Rhine-Main in Germania. Globalization and World Cities Research Bulletin, 28 febbraio 2006
0


Michigan Suburbs Alliance (27.02.2006)
Alcune linee di politica statale, suggerite in funzione anti-sprawl da un'associazione di funzionari pubblici (f.b.)
0


Rodham Clinton, Hillary (23.02.2006)
Discorso del 15 febbraio 2006 alla Brookings Institution: alcune interessanti strategie e azioni "smart growth" della potenziale candidata alla Casa Bianca (f.b.)
0


Lambert, Bruce (17.02.2006)
La crescita diffusa e sregolata del suburbio presenta il suo "conto" anche sociale dopo due generazioni. The New York Times, 16 febbraio 2006 (f.b.)
0


Buchholz, David (14.02.2006)
Un tipo di edilizia economica caratteristicamente americano, e le sue potenzialità. Housing Facts & Findings, Vol. 7 n. 4, Fannie Mae Foundation 2005 (f.b.)
0


(red.) (04.02.2006)
Alcune parziali quanto interessanti definizioni dal sito ambientalista Sprawl City, con una precisa distinzione riguardo all'approccio urbanistico
0


Holbrook Pierson, Melissa (02.02.2006)
Alcuni suggestivi estratti dal recentissimo The Place You Love Is Gone: Progress Took It Away, Norton 2006. Orion, gennaio-febbraio 2006 (f.b.)
0


Bruegmann, Robert (01.02.2006)
Una (sin troppo) provocatoria disamina storica "in positivo" dello sprawl nel mondo, con poca o nulla attenzione agli aspetti socio-ambientali. The Guardian, 28 gennaio 2006. Con una postilla e un link (f.b.)
0


Hall, Peter (30.01.2006)
Trascrizione del discorso per la L'Enfant Lecture on City Planning and Design, National Building Museum, Washington D.C., 15 dicembre 2005
0

<< Precedente  | 1-10  | 11-20  | 21-30  | < 31 >  | 32  Successiva >>




0

Il sito di Edoardo Salzano
0
Bottini, Fabrizio
( 08.10.2013 09:04 )
Per motivi tecnici mi sono provvisoriamente trasferito sul sito Millennio Urbano che (tra l'altro) contribuisco a rilanciare dopo un periodo di transizione -->
Bottini, Fabrizio
( 08.09.2013 10:07 )
Da un paio di secoli l'umanità cerca di misurarsi in con la gigantesca ameba metropolitana scatenata dai cicli di industrializzazione: urbanisti, sociologi, scrittori, ora un regista. Ma la cultura italiana mica ci arriva
-->
Barzi, Michela
( 26.08.2013 09:34 )
Le diffidenze leghiste per le diversità si manifestano naturalmente con maggiore evidenza là dove il partito governa e imperversa. Ma si tratta di una cultura pervasiva, per nulla limitata a quei territori e probabilmente neppure limitata a quell'area politica, pronta a ripresentarsi in diversi contesti -->
( 22.08.2013 19:29 )
Gli spazi simbolo del ceto medio e dei suoi consumi opulenti, diventano sacche di disagio, come dimostra il compendio di ricerche della Brookings Institution sintetizzate in un volume. Il problema è di superare la logica di questo tipo di espansione urbana, e tornare a un modello integrato di città. Dalla rivista universitaria Knowledge Wharton, agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 20.08.2013 18:49 )
La globalizzazione significa soprattutto (che piaccia o meno) essere ineluttabilmente inseriti in un flusso di decisioni interrelate: la tutela delle coste nella nostra bagnarola mediterranea, per esempio -->
Eisenberg, Richard
( 10.08.2013 10:28 )
Recensionee intervista su uno dei tanti libri americani dedicati a una questione che dovrebbe però interessare molto di più anche il resto del mondo: l'immaginario collettivo sull'abitare e i suoi risvolti sociali e ovviamente ambientali. Di fatto ci sono intere generazioni cresciute nel mito antiurbano, che deve essere in qualche modo superato, insieme al tipo di consumi che si porta dietro. Forbes, 9 agosto 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 21.07.2013 09:45 )
C'è sempre qualcosa di affascinante, e al tempo stesso inquietante, nel modo in cui ci adattiamo, o proviamo a adattarci, ai mutamenti ambientali del mondo che ci circonda. Specie quando si tratta di trasformazioni consapevolmente indotte da altri, per motivi affatto umanitari -->
Bottini, Fabrizio
( 16.07.2013 08:35 )
Oltre a dire qualcosa di sinistra, come auspicano e chiedono in tanti da troppo tempo, c'è anche un'altra possibilità: quella di fare concretamente, qualcosa di sinistra, ovvero mettere in pratica e verificare gli alti principi. C'è qualche vago segnale in questo senso, basta guardarlo -->
Bottini, Fabrizio
( 11.07.2013 08:13 )
Che fare quando le migliori (e celebrate) idee si dimostrano carenti? Negare l'evidenza, oppure provare a rifletterci sopra davvero, cercando di capire se e dove esiste qualcosa di sbagliato nel modello, o nella nostra interpretazione? -->
Hetherington, Peter
( 03.07.2013 13:12 )
Un urbanista americano, curiosamente noto soprattutto per essere stato preso a pugni da una contestatrice durante un'assemblea pubblica, ha anche parecchio altro da dire sulla professione, e il ruolo nella città e la società. The Guardian, 2 luglio 2013 (f.b.) -->
Bottini, Fabrizio
( 29.06.2013 10:53 )
C'è qualcosa che non torna nell'entusiasmo da un lato per tutte le possibili tecnologie smaterializzanti dell'universo, dall'altro nel permanere di una cultura degli spazi a dir poco novecentesca, industriale, segregata. Quanto c'è di malafede, e quanto di ignoranza? -->
Bottini, Fabrizio
( 28.04.2013 09:12 )
Il successo dei progetti di trasformazione urbana, come suggerisce il buon senso, dipende dal loro essere urbani, inseriti in un contesto ampio con cui entrano in sinergia. Ma il peggior cieco è chi non vuol vedere ciò che gli sta attorno -->
Walker, Alissa
( 02.04.2013 19:44 )
Vivere e camminare a Los Angeles, senza un'automobile, è compatibile con un'esistenza umana. Figuriamoci qui da noi. Los Angeles Magazine, 29 marzo 2013 -->
Vitullo-Martin, Julia
( 30.03.2013 19:30 )
I problemi insediativi, ambientali, socioeconomici, di qualità della vita, e infine politici, posti dal nuovo ruolo del cibo nella metropoli del terzo millennio. Non è il caso, come intuito in fondo dall'Expo milanese, di porre al centro la questione? Spotlight on the Region, marzo 2013 -->
Bottini, Fabrizio
( 30.03.2013 08:50 )
È passato più di un secolo da quando i futuristi volevano spazzar via tutta l'anticaglia che faceva da zavorra al progresso umano, e nel frattempo si è capito che non tutto è anticaglia e non tutto è zavorra. Però adesso un po' si esagera, in tutto il mondo, con le ideologie antimoderniste su misura -->

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg